“I ricordi dell’infanzia, il nostro paesaggio stupendo, la famiglia e la nostra terra li portiamo sempre nel nostro cuore, indipendentemente dal luogo in cui ci troviamo”
— Daniel Alfreider

Infanzia

Cresciuto a Colfosco/Corvara, ho passato parte della mia infanzia prevalentemente con mio fratello e gli amici nella natura. Il grande attaccamento alla natura unica delle Dolomiti, che ho acquisito soprattutto sul maso dei miei nonni è rimasto fino ad oggi un elemento che mi accompagna.

Gioventù

Nella mia gioventù ho trascorso molto tempo all’aperto e in mezzo alla natura, essendo cresciuto nel piccolo paese di montagna di Colfosco (a 1.750 metri di altitudine). A scuola, come capoclasse, ho potuto imparare a portare avanti le mie idee e di impegnarmi per il gruppo. E mediante la mia grande passione per gli sport, soprattutto quelli di squadra come il calcio e l’hockey su ghiaccio, ho notato in fretta quanto fosse importante l’unione e il lavoro di gruppo. Dato che il mio paese, come molti altri nostri paesi si trova in una zona remota, ho capito sin da giovane l’importanza dei collegamenti delle zone periferiche e di montagna, per assicurare anche alle popolazioni che vivono nelle periferie tutte le possibilità e gli strumenti per svilupparsi.  

Gli Studi

Dopo il conseguimento del diploma presso il liceo scientifico di La Villa ho completato gli studi di ingegneria civile presso la Technische Universität di Monaco di Baviera. Infine ho concluso il mio percorso formativo con un master in „Diritto e tecnica negli appalti pubblici.“ a Roma


“Dai nostri figli dobbiamo imparare a sognare. E dobbiamo vivere per realizzare questi sogni.”
— Daniel Alfreider

Famiglia

Nel 2005 ho avuto la fortuna di conoscere mia moglie Manuela. Ci siamo sposati nel 2009 e oggi abbiamo due figli, Luca e Paul. Abitiamo a Colfosco in Val Badia. Nonostante i molteplici impegni, la vicinanza alla mia famiglia rimane per me la cosa più importante. La famiglia mi offre un posto in cui potermi ritirare e contemporaneamente mi da tutto il sostegno di cui ho bisogno. 

Lavoro

Il culmine della mia carriera, tralasciando la politica, è stato sicuramente la mia partecipazione al progetto della Galleria di Base del Brennero in qualità di ingegnere civile. Ho apprezzato in particolare la possibilità di poter far parte di un team internazionale e contribuire così alla realizzazione di un progetto europeo che collegherà l’Italia e l’Austria, il Nordeuropa e la Zona del Mediterraneo sottopassando le Alpi. Quest’opera collegherà la nostra terra ancora di più, aumentando la qualità della vita e le possibilità di sviluppo per la nostra popolazione. 

Hobbies

Nel mio tempo libero amo fare escursioni con la famiglia e con gli amici. Le Dolomiti ci offrono durante tutto l’anno tantissime possibilità per scappare dalla routine della vita quotidiana, per esempio con le escursioni, le arrampicate o lo sci.

“L’Euroregione Tirolo rappresenta una possibilità importante per noi Sudtirolesi.”
— Daniel Alfreider

Motivazione

Come cittadino sudtirolese ed europeo sono convinto, che dobbiamo lavorare quotidianamente per un’Europa delle regioni. E proprio come sudtirolesi ci possiamo riuscire, svolgendo i nostri compiti all’interno e dimostrando la nostra unità verso l’esterno.